Crea sito

Fratello aglio ad Andezeno: una serata dedicata ai prodotti agricoli locali

locandina fratello aglio andezeno

a cura di Silvana Parena

Venerdì 7 dicembre 2018, la rivista “picchioverde” ha organizzato, in collaborazione con il comune di Andezeno, presso la sala consigliare del Municipio, una serata dedicata alla proiezione del documentario breve “Fratello Aglio” di Andrea Parena, cui sono seguiti alcuni interventi sul tema dell’agricoltura nel territorio.

Il documentario racconta il ciclo di coltivazione dell’aglio, dalla semina al raccolto, fino alla bagna cauda finale.

Sono seguiti gli interventi di Alberto Guggino, presidente dell’associazione “Ciò Che Vale” e membro del comitato scientifico della rivista che, prendendo spunto dal documentario e sottolineando l’importanza di “andare con lentezza”, secondo i ritmi della natura, come il contadino dovrebbe fare, ha illustrato alcuni articoli del nuovo numero della rivista, che invitano appunto a riflettere e ad approfondire i temi sensibili del nostro territorio, senza andare sempre di fretta. La rivista si impegna in particolare a far conoscere e valorizzare molte piccole realtà di coltivatori attenti alla sostenibilità e alla conservazione della biodiversità-

Due prodotti tipici sono stati raccontati sia sulle pagine di “picchioverde”, sia nel corso della serata da Raffaella Firpo, coltivatrice del peperone di Capriglio, presidio Slow Food dal 2010 e da Luca Roffinella, agrotecnico e coltivatore della zucca di Piea, per la quale nel 2015 il comune ha istituito il marchio De.C.O (denominazione comunale di origine), come riconoscimento alla tenacia e allo spirito di cooperazione dei coltivatori di un prodotto di eccellenza della zona. Entrambi hanno sottolineato l’importanza delle peculiarità locali che caratterizzano varietà selezionate nel tempo in base alle caratteristiche del terreno, del clima, della conformazione di una specifica area, ottenendo così piante resistenti perché “ambientate” nella zona. Ciò permette di ottenere prodotti sani per il consumatore, con procedimenti attenti alla sostenibilità ambientale e alla salute dei coltivatori.

Ha introdotto e guidato la serata l’assessore all’Agricoltura del comune di Andezeno Agostino Ambrassa, che ha promosso l’incontro, a cui erano presenti il sindaco e altri amministratori.

Picchioverde ringrazia il Comune di Andezeno per l’ospitalità e la collaborazione nel promuovere il progetto che la rivista porta avanti sul territorio e tutti gli intervenuti.

Picchioverde consiglia: Chieri Medioevale, dall’età longobarda al comune

Il prof. Corrado Terranova ripercorre, con chiarezza e precisione, la storia di Chieri dal V al XIII secolo. Un libro che si rivolge allo storico , al ricercatore di storia locale e anche a chi poco conosce il passato della città, ma è interessato a meglio comprendere le preziose testimonianze, tra archivio e chiese, piazze e palazzi, arte e lingua, in essa conservate e ancora identificabili.

 

Corrado Terranova,
CHIERI MEDIEVALE, dall’età longobarda al comune
Gaidano e Matta, Chieri, 2016

Pubblicato in LIBRI, PICCHIOVERDE CONSIGLIA | Commenti disabilitati su Picchioverde consiglia: Chieri Medioevale, dall’età longobarda al comune

La vitivinicoltura e lo sviluppo dei territori intorno a Castelnuovo don Bosco – Incontro del 17 novembre 2018

la vitivinicoltura e lo sviluppo dei territori intorno a castelnuovo don bosco

Sabato 17 novembre si è svolto, presso la Cantina Sociale Terre dei Santi di Castelnuovo don Bosco, un incontro sulla vitivinicoltura e lo sviluppo dei territori intorno a Castelnuovo don Bosco. Sono intervenuti Vincenzo Gerbi dell’Università di Torino, Giorgio Musso, sindaco di Castelnuovo, Gianpaolo Fassino dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, Andrea Maria Pirollo in rappresentanza dell’Associazione Albugnano 549 e Federico Rossotto della Bottega del freisa di Moncucco Torinese. (altro…)

Pubblicato in BLOG, EVENTI | Commenti disabilitati su La vitivinicoltura e lo sviluppo dei territori intorno a Castelnuovo don Bosco – Incontro del 17 novembre 2018

Concorso Fotografico – Passaggi e Paesaggi

Fin dal suo esordio, la rivista picchioverde è alla ricerca di una giusta armonia fra testo e immagini, ma soprattutto punta a fare del contenuto fotografico un vero e proprio mezzo narrativo. Non che si tratti di un mestiere facile: raccontare per immagini ha certamente molti vincoli tecnici che sono estranei alla scrittura testuale, ma offre anche grandi potenzialità espressive. Se pensiamo, ad esempio, alla copertina di una rivista ci rendiamo conto immediatamente di quanto l’immagine scelta per creare il primo e immediato contatto con il potenziale lettore sia importante per comunicare un’idea, o almeno una suggestione, di quanto ci si possa aspettare dal contenuto.

Da queste considerazioni è nata l’idea di promuovere il concorso fotografico “Passaggi e Paesaggi”, con l’intenzione di stimolare i nostri lettori a osservare con maggiore attenzione il territorio e anche, perchè no? di raggiungere nuovi potenziali lettori.concorso fotografico passaggi e paesaggi

Obiettivo del concorso era di fotografare un aspetto significativo del territorio di cui si occupa la rivista: paesaggi naturali o urbani, architetture, oggetti, persone, in grado di interpretare il tema del titolo, che gioca sulle parole “paesaggi” e “passaggi” con l’intento di porre l’attenzione sulla trasformazione del paesaggio, su eventuali contrasti, anche stridenti, privilegiando preferibilmente una lettura in grado di veicolare un messaggio critico. (altro…)

Pubblicato in ARTICOLI | Commenti disabilitati su Concorso Fotografico – Passaggi e Paesaggi

Promuovere e valorizzare il territorio e le sue tipicità – Chieri 2 giugno 2018

di Giorgio Parena

relatori incontro promuovere e valorizzare il territorio chieriSabato 2 giugno, nell’ambito della manifestazione “Di freisa in freisa” organizzata dal Comune di Chieri, si è svolto un interessante dibattito, nel chiostro di Sant’Antonio, che ha visto gli interventi della nostra redattrice Daniela Parena, di Giovanni Benedicenti presidente Giovani Impresa di Col diretti Torino, di Gino Anchisi, presidente Associazione Produttori asparago di Santena e terre del Pianalto, di Elena Comollo presidente Facolt e responsabile Agricoop Precetto e di Giorgio Quaglio direttore tecnico di SEAcoop. In rappresentanza del Comune di Chieri era presente ed ha portato il proprio saluto l’Assessore Marina Zopegni; Paolo Dughero direttore ENGIM Piemonte-Bonafous Chieri, è stato l’organizzatore dell’iniziativa ed ha svolto il ruolo di moderatore.

(altro…)

Pubblicato in PENSIERI DEL PICCHIOVERDE | Commenti disabilitati su Promuovere e valorizzare il territorio e le sue tipicità – Chieri 2 giugno 2018

“Vivere insieme” Comunità e relazioni nella società globale

Piero Amerio
“Vivere insieme” Comunità e relazioni nella società globale
Bologna,Società editrice Il Mulino, 2017

Oggi grazie alla rete possiamo entrare in contatto con persone in ogni parte del globo e intrattenere relazioni ben al di là degli spazi tradizionali. Un mondo globalizzato che coinvolge strutture sociali e processi mentali. Il libro ci accompagna in questa nuova realtà in cui le dimensioni dell’individualità e dell’identità, della sicurezza e della solidarietà vengono a modificare i problemi della vita in comune. Una bussola per orientarci nel nostro tempo.

Pubblicato in PICCHIOVERDE CONSIGLIA | Commenti disabilitati su “Vivere insieme” Comunità e relazioni nella società globale

Quand r’aso a brajava, surtìo tui ansèma – Testimonianza di un operaia al Fabbricone di Poirino

A cura di Alessandro Crivello

Quand r’aso a brajava, surtìo tui ansèma (quando la sirena suonava, uscivamo tutti insieme). Questo sembra essere uno dei ricordi più nitidi di Marianna Gambino in Musso, una teen ager prossima ai novant’anni (classe 1916), della propria esperienza di operaia durata circa due anni presso la fabbrica tessile Vastapane di Poirino, meglio conosciuta come il Fabbricone. (altro…)

Pubblicato in ARTICOLI, BLOG | Commenti disabilitati su Quand r’aso a brajava, surtìo tui ansèma – Testimonianza di un operaia al Fabbricone di Poirino

GIOVANI, CULTURA E LAVORO: UNO SCENARIO POSSIBILE

Incontro dibattito a Chieri, 11 gennaio 2018

Da tempo la Redazione di picchioverde riflette e si interroga su come attrarre un maggior numero di giovani, sia come lettori, sia come collaboratori: lo sguardo delle generazioni più giovani sulla realtà del territorio è certamente un apporto fondamentale per gli obiettivi che la rivista si propone. (altro…)

Pubblicato in EVENTI | Commenti disabilitati su GIOVANI, CULTURA E LAVORO: UNO SCENARIO POSSIBILE

Soluzione Ragnatele Aprile – Cimitero Frazione Banna (Poirino)

Le prime tracce della frazione Banna risalgono alla seconda metà del 1200, in una zona di fitti boschi e pioppeti in cui scorreva, e tuttora scorre, l’omonimo torrente. Nel corso dei secoli diverse casate si successero nella proprietà del feudo, compresi i Savoia che, verso la fine del 1700, la ressero per una ventina d’anni.

A poca distanza dal borgo, proprio sulla riva del torrente, sorge un minuscolo cimitero ombreggiato da un boschetto e circondato dal granoturco. Fu eretto nel 1833 e destinato alla sepoltura dei contadini che vivevano nelle cascine. L’ultima tumulazione risale al 1957, con la morte del prete della tenuta.

Dagli anni trenta del secolo scorso l’intero complesso appartiene all’antica famiglia genovese degli Spinola. Nel 2005 venne inaugurata la Fondazione Spinola-Banna per l’Arte, che ospita una residenza per artisti e propone seminari, workshop e conferenze sull’arte e la musica contemporanea.

Ragnatele – ANCHE LE STATUE VIVONO

La grande caramella del sole perde i primi pezzi contro la dentatura delle montagne. Un pennello intinto nel giallo oro colora i vecchi muri intonacati. Il cielo rotola sulle infinite sfumature della tavolozza, fino al viola carico che precede il calare della notte. (altro…)

UA-87268859-1