concorso fotografico passaggi e paesaggiORGANIZZATORI
Il concorso fotografico, alla sua prima edizione, è promosso dalla rivista di cultura e promozione del territorio “Picchioverde”.

TEMA
L’obiettivo del concorso consiste nel fotografare un aspetto che si ritiene significativo (paesaggi naturali/urbani, architetture, persone e oggetti) di un determinato borgo o paese compreso nei territori trattati nella rivista (pianalto, chierese, collina torinese, basso monferrato), privilegiando una lettura che evidenzi un messaggio critico.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti i fotografi professionisti e non, senza limiti d’età. Per iscriversi occorrerà inviare una mail all’indirizzo [email protected] dal quale si riceverà in risposta il regolamento, la scheda di iscrizione e l’accompagnatoria delle immagini. Ogni partecipante potrà inviare un massimo di tre fotografie da inviare unitamente alla scheda accompagnatoria debitamente compilata e firmata all’indirizzo mail [email protected] . Sono esclusi dalla gara i membri della commissione giudicatrice, nonché tutti i soggetti che a vario titolo collaborano all’organizzazione del concorso.

CALENDARIO DEL CONCORSO

Data inizio del concorso: 4 Giugno 2018

Data di scadenza: 20 Luglio 2018 ore 24.00
Comunicazione foto finaliste: 25 Luglio 2018
Inoltro file di stampa in alta definizione: entro il 31 Luglio 2018 ore 24.00
Comunicazione delle classifica del concorso: 2 Agosto 2018

CARATTERISTICHE DELL’IMMAGINE
Sono ammesse fotografie a colori in formato verticale. Le foto dovranno essere in formato JPG. La dimensione del file di ogni singola immagine non dovrà superare i 2MB. Le dimensioni delle foto devono essere di un massimo di 1920 pixel di larghezza per il lato più lungo.

MANIPOLAZIONE DIGITALE DELLE IMMAGINI
È possibile utilizzare la manipolazione digitale per ottimizzare l’immagine ed è possibile ritagliare un’immagine, ma non è permesso di aggiungere o rimuovere elementi chiave della composizione. Luminosità, contrasto, bilanciamento del colore possono essere regolati. Macchie di polvere, elementi minori, ecc… possono essere ritoccati. Manipolazioni che potrebbero realisticamente essere raggiunte in camera oscura saranno accettate, ma i giudici avranno la facoltà di rifiutare qualsiasi immagine che sia stata, a loro insindacabile giudizio, troppo ritoccata, a discapito dell’integrità dell’immagine originale. Ai partecipanti che andranno in nomination sarà richiesto di presentare i file originali di scatto.

GIURIA
La giuria composta da professionisti del settore esprimerà un giudizio insindacabile

PREMI

1° classificato: pubblicazione in copertina nel prossimo numero della rivista Picchioverde.
I finalisti: pubblicazione nella rubrica dedicata al concorso nel numero stesso.

DIRITTO D’AUTORE
Ogni partecipante detiene i diritti d’autore delle immagini inviate. Il partecipante certifica il lavoro come il suo. Il partecipante consente agli organizzatori di riprodurre il materiale inserito gratuitamente a fini promozionali legati al concorso fotografico, la rivista, la mostra e il sito web. Le foto vincitrici o segnalate saranno messe a disposizione degli organi di stampa che vorranno dare notizia dei risultati del concorso. Ad ogni utilizzo delle immagini gli organizzatori riporteranno sempre il nome dell’autore. Nessuna fotografia partecipante a “Passaggi e Paesaggi” sarà messa in vendita o utilizzata da qualsiasi sponsor del Picchioverde per qualsiasi scopo commerciale o di altra natura ad eccezione che per la promozione e diffusione del concorso e per la mostra.

ESCLUSIONE
Un partecipante può essere escluso dall’organizzazione se lo stesso non risulta conforme alle regole e alle condizioni del concorso.

COMUNICAZIONE DEI RISULTATI
Tutti i partecipanti riceveranno via e-mail una scheda riportante l’esito del concorso. I risultati saranno inoltre pubblicati sul sito Web del concorso.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Con la compilazione della scheda si sottoscrive quanto stabilito dal Dlgs 196/2003 (Privacy) e successive modifiche e del GDPR (Regolamento UE n. 2016/679): la partecipazione al concorso comporta, da parte dell’Autore, l’autorizzazione al trattamento, con mezzi informatici o meno, dei dati personali ed alla loro utilizzazione da parte dell’Organizzatore per lo svolgimento degli adempimenti inerenti al concorso e degli scopi associativi e/o federativi. I dati personali potranno inoltre essere utilizzati per sottoporre, agli Autori stessi, informazioni inerenti i risultati e le future iniziative.

ORGANIZZAZIONE
Giancarlo Cazzin
Tel.: 3466442899
Email.: [email protected]

Rivista Picchioverde: [email protected]
Facebook: Picchioverde Rivista
Instagram: @picchioverde_rivista
Twitter: @picchioverde16

MEMBRI DELLA GIURIA

LA REDAZIONE
Obiettivo primario di questa iniziativa editoriale è proprio di porre la massima attenzione sulle caratteristiche e sulle esigenze di valorizzazione e salvaguardia di questo territorio inteso come insieme di beni comuni, non solo in termini di patrimonio paesaggistico, e quindi di “verde”, ma anche artistico e culturale, con l’inclusione delle attività virtuose, sia in ambito produttivo che associazionistico.

Giancarlo CazzinGIANCARLO CAZZIN (http://www.giancarlocazzin.com)
Giancarlo Cazzin è nato nel 1997 a Chieri, dove si è diplomato come geometra all’Istituto Vittone, e prosegue oggi i suoi studi presso la Facoltà di Architettura di Torino. Fin da bambino ha coltivato la passione per la fotografia, fil rouge della sua ricerca artistica, documentaristica e umana. Dal 2014 ha un portfolio dedicato sul sito del “National Geographic”, e un anno dopo tre sue foto sono state selezionate tra le migliori 50 in Italia dalla FowaNikon in occasione del concorso fotografico “Italia in Bianco e Nero”. I suoi lavori sono stati pubblicati su Image Magazine, Click Magazine e Artwave. Al suo attivo, alcune personali allestite in zona – dall’Imbiancheria del Vajro, con un reportage sull’industria tessile nel Chierese, alla Biblioteca Civica di Chieri, con un’indagine sulla città, alla Cantina dei Santi di Castelnuovo, con un lavoro sulla storia del vino. Raccolte di suoi lavori sono pubblicate in volume e online.

Mauro FontanaMAURO FONTANA (maurofontana.divisare.pro)
Nato nel 1993 a Canicattì, in Sicilia, si è trasferito a Torino nel 2012 per proseguire i suoi studi presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, dove conseguirà la laurea magistrale in Architettura per il restauro e la valorizzazione del patrimonio nel mese di luglio 2018. Durante questi anni ha coltivato e sviluppato la passione per la fotografia, che ha avuto modo di approfondire in un corso tematico presso la Escuela Tecnica Superior de Arquitectura de Madrid e durante la preparazione della sua tesi di laurea. Dal 2015 collabora con il magazine di approfondimento culturale ArtWave (http://www. artwave.it/), dove periodicamente pubblica alcuni esiti delle sue ricerche fotografiche.

Jordan A.CozziJORDAN ANGELO COZZI (http://www.jordancozzi.it)
Jordan è nato da un parto plurigemellare a Milano nel 1994. Ha sempre avuto la passione per l’arte e nel 2008 si è iscritto presso il Liceo Artistico Lucio Fontana di Arese in sezione grafica. Durante il liceo nasce la passione e l’amore per la fotografia, amante di Doisneu e del reportage si è trasferito a Firenze dove ha conseguito un corso di fotografia presso A.P.A.B. dove ha ottenuto la certificazione di fotografo professionista. Le persone sono i suoi soggetti preferiti. Il tempo, l’amore e la morte sono i temi che tratta.Ha esposto in varie collettive tra cui Affordable Art Fair nel 2016, nel 2017 ha presentato il suo progetto Truelove a Spazio Tadini a Milano con l’artista Giulia Mazzoleni (Ti amo più della mia stessa pelle, curata da Agata Petralia), a Novembre ha esposto alla tredicesima edizione di Paratissima a Torino aggiudicandosi un posto tra i 15 migliori dell’esibizione, e alla prima Triennale di Fotografia Italiana a Venezia con una menzione speciale. Ha partecipato a vari premi a livello Nazionale e Internazionali vincendo il primo premio nel premio dedicato a Sandra Viani aggiudicandosi un Workshop con il maestro Oliviero Toscani. Le sue foto si trovano in collezioni private. Ora vive e lavora a Milano.